UNICITAS MODOETIAE

Un ricercatore è misteriosamente scomparso. Suo fratello e una giornalista de Il Cittadino vanno alla ricerca della verità. È questo il plot thriller del cortometraggio partecipativo realizzato da un gruppo di adolescenti e giovani monzesi di  differenti “normalità” e diverse nazionalità.

La storia, ambientata nei luoghi principali della città di Monza è un emozionante giallo fantasy con un ispirante finale a sorpresa. Al film partecipano amichevolmente Roberto Baldaccioni e l’attrice professionista Lorella De Luca che si è prestata a diventare una bizzarra narratrice dal “futuro”. Numerosi i fiancheggiatori che hanno aiutato alla realizzazione del film con scenografia, location e costumi tra cui Cecilia Banfi, Riccardo D’Ariano, Sartoria Grandi Spettacoli e Associazione italiana delle rose.

Il film mostra i luoghi della città con una narrazione originale ed è girato anche nella Cripta del Duomo e nel chiostro dei Padri Barnabiti del Carrobiolo.

La sigla di coda del film, con immagini tratte dal dietro le quinte, mostra proprio come parole quali “inclusione”, “educazione civica” e “sviluppo di comunità” possano diventare territori realmente percorribili.

Il progetto è stato realizzato da Liberi Svincoli nel 2019 all’interno del progetto TUTTA NOSTRA LA CITTA’ – giovani creAttori di opportunità finanziato dal bando Giovani Protagonisti del Comune di Monza in partnership con Diapason Cooperativa Sociale e Associazione Antonia Vita.